Top

TOM ODELL

Long Way Down          

Columbia

 

Tom-OdellSuona il piano e semina zizzania. Strizza l’occhio a Elton John e spinge a paragoni con Jeff Buckley, Chris Martin e (addirittura!) Bob Dylan. Si becca un clamoroso zero dal settimanale musicale più autorevole del Regno Unito e sale in cima alle classifiche di quei paraggi.

Ecco chi è Tom Odell, l’ultimo “fenomeno” del pop autoriale britannico, il biondo giovanotto dalla faccia pulita che doveva mettere d’accordo genitori e figli intorno ad una manciata di ballate melodiche senza tempo e sembra invece aver siglato l’esordio più controverso dell’anno.

Un paradosso, perché in fondo Long Way Down non mette in vetrina altro che una scrittura piuttosto ripetitiva e una voce ancora in cerca di identità.

Elio Bussolino