Edizioni Rockerilla P. IVA: 01584260093
Top

Amazon ferma gli invii di vinile e CD

Probabilmente nessuno biasimerà Amazon che sta dando la priorità ai beni e ai servizi essenziali durante una pandemia, ma la decisione dell'azienda di sospendere temporaneamente le spedizioni di supporti musicali fisici sta sottoponendo le etichette discografiche - in particolare quelle indipendenti che hanno un buon mercato di vinile e CD - a un altro colpo.
Amazon ha annunciato che i suoi magazzini hanno "temporaneamente disabilitato la creazione di spedizioni" per articoli discrezionali almeno fino al 5 aprile. 
Il loro messaggio alle case discografiche: Per favore, smetti di inviarci qualsiasi cosa, fino a nuovo avviso.
Ciò non significa che i prodotti già presenti nei magazzini Amazon non saranno ancora in vendita ai consumatori. Ma rifornire le scorte, o immagazzinare nuove uscite musicali, è qualcosa che dovrà aspettare settimane o forse mesi.
“Considerando che Amazon è il più grande rivenditore di dischi al mondo, devo immaginare che tutte le etichette discografiche subiranno il contraccolpo”, afferma Cheryl Pawelski, co-fondatrice di Omnivore Records, vincitrice di Grammy, che aggiunge che tutta l’economia sta soffrendo in questo momento quindi la discografia non fa eccezione.
Altri rivenditori web potrebbero essere in grado di intervenire e colmare il vuoto per etichette e clienti. Alcuni negozi di dischi locali che rimangono aperti potrebbero beneficiare anche della carenza di Amazon, anche se la capacità dei negozi fisici di tenere le porte aperte mentre i clienti stanno sempre più a casa è in discussione.
Anche lo streaming potrebbe essere favorito in questo period
Vedremo come andrà a finire
Condividi