Top
MOTORPSYCHO & STÅLE STORLØKKEN – Rockerilla
fade
3573
single,single-post,postid-3573,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow childtheme-child-ver-1.3,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.2,vc_non_responsive
30x30firkantflat

MOTORPSYCHO & STÅLE STORLØKKEN

The Death Defying Unicorn  

Stickman

Superati i vent’anni di carriera nel corso dei quali la loro ispirazione ha subito ben pochi momenti di appannamento, la più grande rock-band norvegese di tutti i tempi ha deciso di alzare il tiro, imbarcandosi (è il caso di dirlo) in un progetto monumentale, degno dell’epoca d’oro della musica progressiva: facendo comunella con Ståle Storløkken (tastierista di Supersilent e altre formazioni dell’area Rune Grammofon), il terzetto ha musicato una fiaba epica di ambientazione nordica, scritta dal bassista Ben Saether e incentrata sulle vicende di un unicorno improvvisatosi marinaio, alla conquista della Terra Cava..

 

Sul numero di marzo di Rockerilla trovi la recensione completa di Enrico Ramunni.