Top
Anaïs Mitchell – Rockerilla
fade
3469
single,single-post,postid-3469,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow childtheme-child-ver-1.3,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.2,vc_non_responsive
foto-AnaisMitchellPolaroid1

Anaïs Mitchell

Righteous babe in Wilderland

 

Dall’antico mito greco di Orfeo e Euridice che aveva ispirato il corale Hadestown alla solitaria epica made in USA di Young Man In America: Anais Mitchell ha già un posto in prima fila tra gli aspiranti menestrelli della nuova America, con tanto di lettera di raccomandazione a firma Ani Di Franco. Insieme a lei parliamo di musica (folk), di politica e industria discografica.

 

Sul numero di marzo di Rockerilla trovi l’interivista completa di Simone Dotto.